Servono buone regole di comportamento tanto per il settore pubblico che per quello privato

Il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (sdg) richiederà grandi investimenti in termini di nuove infrastrutture per l’acqua, l’energia e i trasporti, nuovi sistemi d’istruzione , una nuova sanità eccetera. Quando si parla di costruire il futuro, al centro vi sono sempre importanti investimenti in termini di persone, tecnologie, infrastrutture e capitale naturale. Investimenti in termini di persone, tecnologie, infrastrutture e capitale naturale. Investimenti indispensabili per raggiungere gli Sdg. Continue reading

aska

L’impresa – se responsabile – è protagonista del sistema sociale e ambientale in cui opera, pone e propone modelli di comportamento che debbono essere tradotti in valore e vantaggio.

Oggi si apre una straordinaria occasione per le imprese; nel pieno di una crisi totalitaria ( mercato, valori,lavoro, fiducia) poter tornare a competere su nuovi asset di mercato, il profitto può anche basarsi su solide strategie di sostenibilità, sinonimo di lungo termine.
Avere la possibilità di dichiarare quindi rendere pubblico un buon governo è una chance, la migliore se messa nelle mani giuste.
Ma tutto questo non deve assolutamente essere inteso come l’ennesimo adempimento burocratico che un impresa si ritrova sulle spalle; bisogna che corrisponda alla naturale tendenza di ogni sana politica del terzo millennio: LA SEMPLICITA’. Continue reading

realacci (2)

Per l’Italia ricetta dello sviluppo plausibile quindi sostenibile

Il bilancio sociale delle imprese, specie se in salsa italiana, è uno strumento utile per monitorare il rapporto tra imprese, territorio e comunità, per dare ulteriore impulso alla costruzione di un’economia più attenta all’uomo, sensibile alle grandi sfide del futuro. Un rapporto fecondo, quello tra imprese e comunità, che in Italia ha grandi potenzialità, che viene da lontano e porterà lontano, aiutandoci a battere la crisi. Continue reading

logo_csr unioncamere

Le Camere di commercio, con Unioncamere, presidiano il tema della responsabilità sociale ormai da più di un decennio. Dopo aver contribuito nel 2003 al lancio del progetto CSR-SC con l’allora Ministero del welfare, oggi numerose Camere sono attive in materia di CSR grazie anche a un network di sportelli che agiscono sui territori, fortemente in sintonia con gli attori istituzionali, economici e sociali. Continue reading